Parrocchia S.S. Redentore, Arborea

Home

 

Orario ESTIVO Sante Messe:

feriale: 19:00 prefestiva: 19:00.

festive: 7:30;9,00; 19:00.

festiva Luri 10,15.

 

 

 

Dall' 8 settembre, l'orario della Santa Messa in Parrocchia sarà:

feriale: 19:00 prefestiva: 19:00.

festive: 7:30;9,00; 19:00.

festiva Luri 10,15.

 

 

 

 

Per un disguido tecnico, non dipendente dalla nostra volontà, siamo stati oscurati per alcuni giorni. Ma ecco, di nuovo, l'elenco dei biglietti vincenti. Congratulazione a tutti i fortunati vincitori.

Ecco l'elenco dei biglietti vincenti della lotteria 2014

 

 

 

 

Arborea, 22 giugno 2014: Festività di Corpus Domini


La meraviglia e la sorpresa nel vedere l'opera realizzata, ci fa dimenticare il lavoro di tante persone che mettono a disposizione il loro tempo per realizzare un "tappeto" di fiori che dura un attimo! A tutti coloro che, anche quest'anno, hanno partecipato all'infiorata, vogliamo dire il nostro caloroso GRAZIE! (Per vedere altre foto clicca qui)

 

 

 

 

 

 

Il Comitato per i festeggiamenti 2014 ha organizzato una lotteria a premi.

L'estrazione avverrà ad Arborea, in piazza Maria Ausiliatrice, il 26 luglio 2014.

Per vedere l'elenco completo dei premi, clicca qui.

Per vedere il regolamento, clicca qui.

Siete tutti invitati a contribuire per la buona riuscita della Festa.

 

 

 

 

 

Grande festa per la Chiesa tutta.

Oggi, domenica 27 aprile 2014, dopo aver assistito alla proclamazione dei Santi Papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, la Comunità di Arborea, Milis e della Diocesi di Oristano si stringerà intorno al caro Fratello Enrico che riceverà L'ordinazione a Diacono della Chiesa Cattolica. Ieri, ad Arborea, durante la celebrazione del sacramento della Cresima il caro Enrico ha giurato davanti a tutta la comunità. Tutta la cerimonia si è svolta in un clima di grande commozione e raccoglimento. Una grande Grazia di Dio e la Comunità tutta ne è grata.

Foto gentilmenta offerta da CSI di Zago Manuela.

 

 

 

RESURGO: A Pasqua i cristiani scoprono il significato di questa parola. Ed insieme la vita e la morte assumono un'altro significato, un'altra prospettiva. Le promesse sono state finalmente realizzate. Ora viviamo a pieno la nostra realtà nella vita di tutti i giorni: vediamo la croce quotidiana ma sappiamo che Gesù è RISORTO. Buona Pasqua a tutti, vivendo come seguaci del RISORTO.

 

 

 

 

 

 

 

La quaresima è da sempre un tempo di rinnovamento e di conversione, di ritorno a Dio, una conversione che non è mai totale e definitiva, ma sempre da rinnovare, da rendere più forte e stabile. Ogni cristiano dovrebbe riflettere sulla bellezza di ritrovare l’entusiasmo della fede e della vita nuova. Aiutiamo i ragazzi a vivere la quaresima, accompagnandoli in un cammino di conversione che coinvolga noi e loro verso la gioia sorprendente della Pasqua. Il cammino che affronteremo ha come titolo : Gesù toglimi le maschere dal cuore. Ogni domenica toglieremo una maschera che oscura il nostro cuore e ci mettiamo in ascolto della sua parola.

 

 

Quinta domenica: oggi togliamo la maschera dell'ingordigia:L’ingordigia è l’atteggiamento di chi non si accontenta mai, di chi non sa dire basta, di chi “esagera” e si fa dominare dai propri desideri e dai propri piaceri. Signore Gesù, mi accorgo che sono fortunato perché non mi manca niente ma spesso vorrei avere di più, sempre di più; non mi accontento mai e faccio un sacco di capricci. Insegnami a non essere ingordo, a non pensare solo al mio benessere e al mio piacere; donami di saper rinunciare a qualcosa affinchè anche gli altri sappiano godere dei tuoi doni.

 

 

Quarta domenica: oggi togliamo la maschera della superbia: La superbia è quell’atteggiamento che mi fa sentire migliore degli altri, superiore agli altri. È il contrario dell’umiltà, la virtù dei santi, della Madonna. Signore Gesù, tante volte penso di essere migliore degli altri, penso di essere superiore e mi do tante arie. Aiutami ad essere umile, ad usare le mie capacità e i miei doni per aiutare gli altri. Maria, tu che sei stata umile facendo la mamma, insegnami a fare con amore le cose che vivo e che faccio ogni giorno. Cara mamma del Cielo, insegnami a capire che tutti siamo fratelli!

 

 

Terza domenica: oggi togliamo la maschera dell'avarizia: L’avarizia è il contrario della generosità. Avaro è chi possiede tante cose e si preoccupa solo di non perdere niente. Un avaro diventa sempre avido, vuole avere sempre di più! E' scritto nella Bibbia:"La vostra condotta sia senza avarizia;accontentatevi di quello che avete, perché Dio stesso ha detto: Non ti lascerò e non ti abbandonerò." Tante volte siamo gelosi delle nostre cose e le vogliamo solo per noi. Impegnamoci ad essere generosi, a condividere quello che abbiamo e quello che siamo. L’amore è la vera ricchezza che più si spende e più cresce, quanto più si dona tanto più si moltiplica. Se saremo liberi dalle cose , le sapremo usare saggiamente, per noi e per gli altri.

 

 

Seconda domenica: oggi togliamo la maschera della superficialità: La “stoltezza” (cioè la stupidità) viene dalla “superficialità”, dalla banalità. È il contrario della “profondità”: uno è superficiale quando si ferma all’apparenza e non va a fondo nelle cose. Tante volte siamo superficiali, diciamo cose stupide solo per farci vedere. L'impegno che assumiamo questa settimana è quello di essere profondi, di non guardare solo ai vestiti o alle cose che si possiedono ma di scavare dentro il cuore alla ricerca della Verità; di guardare nel profondo degli altri per scoprire che Dio è dentro ognuno di noi.

 

Prima domenica: Oggi togliamo la maschera della pigrizia. La prigrizia è l’atteggiamento di chi non vuole impegnarsi a fare nulla, di chi dice sempre “non ho voglia”, di chi non sa fare fatica e vuole ottenere risultati senza impegnarsi.

 

 

 

 

Festività di San Giovanni Bosco, 2014. Si rinnovano i momenti di incontro e di preghiera: La Santa Messa con il Vescovo e la presentazione dei Cresimandi. La Messa con il popolo e con gli ex allievi e la Processione con i motorini. La Messa a Luri con la processione. E poi ...tante manifestazioni di contorno per rallegrare la festa. Per saperne di più...

 

 

 

 

 

 

Serenata a Gesù Bambino, 6 gennaio 2014: I bambini recitano e cantano in chiesa per festeggiare l'Epifania, la manifestazione di Gesù al mondo. Ecco alcune immagini del pomeriggio trascorso insieme con le foto della premiazione della gara dei presepi.

A breve pubblicheremo le foto di Presepi iscritti alla gara.

Sono aperte le iscrizioni per il concorso:
“PRESEPIO IN FAMIGLIA”
Tradizionale, attuale, molto originale
dentro o fuori casa per tenere viva questa
tradizione.

 

 

 

SCADENZA E RINNOVO CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE E CONSIGLIO PER GLI AFFARI ECONOMICI.

Durante il mese di Novembre si preparerà il rinnovo del consiglio pastorale parrocchiale. Le votazioni presumibilmente si terranno nella prima domenica di Avvento.Successivamente si provvederà anche al rinnovo del Consiglio per gli Affari Economici della Parrocchia il quale è presieduto dal Parroco come Legale Rappresentante e coadiuvato da altre tre persone scelte in ambito parrocchiale che condividano pienamente lo spirito che anima le attività della Parrocchia e con anche competenze economico-amministrative. All’interno del consiglio in genere è presente anche un esperto tecnico (geometra o ingegnere). Tutti svolgono il servizio gratuitamente.

 

Cagliari, venerdì 11 ottobre 2013:Dal foglietto del mese di ottobre:

"... ieri pomeriggio è stato un pomeriggio veramente particolare eravamo un’ottantina a Cagliari, la maggior parte in pullman altri ci hanno raggiunto in macchina, per accogliere l’urna contenente una consistente reliquia di don bosco all’interno di un corpo ricostruito identico a quello che si trova a Torino nella Basilica di Valdocco. Chi ha Facebook può vedere le foto. Ci siamo ritrovati nella piazza antistante il Cimitero di Bonaria a Cagliari e da lì in processione siamo saliti nella Basilica. Man mano che passava il tempo la Basilica si riempiva sempre di più e all’inizio della messa presieduta dall’Arcivescovo di Cagliari era colma in ogni angolo. Un bel momento; tutti hanno potuto avvicinarsi all’urna. Abbiamo potuto vedere come doveva essere don Bosco da vivo. Sarà interessante poter andare a Torino e conoscere da vicino i luoghi dove Lui è vissuto e dove è nato il primo Oratorio. E’ una idea che sta iniziando a maturare..."

 

Papa Francesco a Cagliari, 22 settembre 2013.

Nel cammino, spesso difficile, non siamo soli, siamo in tanti, siamo un popolo, e lo sguardo della Madonna ci aiuta a guardarci tra noi in modo fraterno. Guardiamoci in modo più fraterno! Maria ci insegna ad avere quello sguardo che cerca di accogliere, di accompagnare, di proteggere. Impariamo a guardarci gli uni gli altri sotto lo sguardo materno di Maria! Ci sono persone che istintivamente consideriamo di meno e che invece ne hanno più bisogno: i più abbandonati, i malati, coloro che non hanno di che vivere, coloro che non conoscono Gesù, i giovani che sono in difficoltà, i giovani che non trovano lavoro. Non abbiamo paura di uscire e guardare i nostri fratelli e sorelle con lo sguardo della Madonna, Lei ci invita ad essere veri fratelli. E non permettiamo che qualcosa o qualcuno si frapponga tra noi e lo sguardo della Madonna. Madre, donaci il tuo sguardo! Nessuno ce lo nasconda! Il nostro cuore di figli sappia difenderlo da tanti parolai che promettono illusioni; da coloro che hanno uno sguardo avido di vita facile, di promesse che non si possono compiere. Non ci rubino lo sguardo di Maria, che è pieno di tenerezza, che ci dà forza, che ci rende solidali tra noi. Tutti diciamo: Madre, donaci il tuo sguardo! Madre, donaci il tuo sguardo! Madre, donaci il tuo sguardo!
Nostra Segnora ‘e Bonaria bos acumpanzet sempre in sa vida.

 

MESSAGGIO DA PAPA FRANCESCO

"Cari potenti, servite i deboli E custodite tutto il creato" 

La vocazione del custodire, non riguarda solamente noi cristiani, ha una dimensione che precede e che è semplicemente umana, riguarda tutti.

È il custodire l'intero creato, la bellezza del creato, come ci viene detto nel Libro della Genesi e come ci ha mostrato san Francesco d'Assisi: è l'avere rispetto per ogni creatura di Dio e per l'ambiente in cui viviamo.

È il custodire la gente, l'aver cura di tutti, di ogni persona, con amore, specialmente dei bambini, dei vecchi, di coloro che sono più fragili e che spesso sono nella periferia del nostro cuore.

 

 

 

 

È l'aver cura l'uno dell'altro nella famiglia: i coniugi si custodiscono reciprocamente, poi come genitori si prendono cura dei figli, e col tempo anche i figli diventano custodi dei genitori.

È il vivere con sincerità le amicizie, che sono un reciproco custodirsi nella confidenza, nel rispetto e nel bene. In fondo, tutto è affidato alla custodia dell'uomo, ed è una responsabilità che ci riguarda tutti. Siate custodi dei doni di Dio!

 

 


E quando l'uomo viene meno a questa responsabilità di custodire, quando non ci prendiamo cura del creato e dei fratelli, allora trova spazio la distruzione e il cuore inaridisce. In ogni epoca della storia, purtroppo, ci sono degli «Erode» che tramano disegni di morte, distruggono e deturpano il volto dell'uomo e della donna.
Vorrei chiedere, per favore, a tutti coloro che occupano ruoli di responsabilità in ambito economico, politico o sociale, a tutti gli uomini e le donne di buona volontà: siamo «custodi» della creazione, del disegno di Dio iscritto nella natura, custodi dell'altro, dell'ambiente; non lasciamo che segni di distruzione e di morte accompagnino il cammino di questo nostro mondo!

 

Ma per «custodire» dobbiamo anche avere cura di noi stessi!

Ricordiamo che l'odio, l'invidia, la superbia sporcano la vita!

 

 

Custodire vuol dire allora vigilare sui nostri sentimenti, sul nostro cuore, perché è proprio da lì che escono le intenzioni buone e cattive: quelle che costruiscono e quelle che distruggono! Non dobbiamo avere paura della bontà, anzi neanche della tenerezza!

 

 

 

FRANCISCUS

13 marzo 2013 
Annuntio vobis gaudium magnum;
habemus Papam:
Eminentissimum ac Reverendissimum Dominum,
Dominum Georgium Marium
Sanctae Romanae Ecclesiae Cardinalem Bergoglio
qui sibi nomen imposuit Franciscum

Per saperne di più...

 

Serenata a Gesù bambino.

La comunità di Arborea si è riunita oggi , 6 gennaio, nel primo pomeriggio nella Chiesa parrocchiale per un momento semplice ed intenso, spontaneo ma tenero: per la "Serenata a Gesù Bambino". Ci siamo ritrovati a cantare, raccontare, recitare poesie con semplicità e un'intensità profonda, un rispetto sentito che viene dal cuore, quasi come se in quella culla ci fosse un bambino vero. Non eravamo tantissimi, ma il clima familiare e intimo ha permesso di creare un'aria dolce e delicata: i bambini sono stati molto bravi nel recitare le poesie e nel proporre i canti anche senza maestro e senza musica, ma, la presenza delle nostre care Nonne di Arborea ha suscitato in tutti noi presenti alla manifestazione, una tenerezza profonda, un ritorno ad altri tempi. Più di un adulto, tra quelli presenti alla manifestazione, ha avuto l'opportunità di rivivere alcuni momenti della propria giovinezza: quando si aveva un pò di tempo per i rapporti umani, quando con molta semplicità si parlava di più, si raccontava di più e ci si ascoltava. Per vedere le foto della manifestazione...

 

 

Concorso "Presepe in famiglia 2012"

Ecco le foto dei premiati del concorso di quest'anno, appena possibile metteremo la foto di tutti i presepi che hanno partecipato alla gara. Il presepio rappresentando la natività è simbolo del significato cristiano della nascita, rappresentarlo nelle famiglie vuol dire ricordare a tutti il profondo significato del Natale: tutta la famiglia si ritrova intorno al presepio: grandi e piccoli ed insieme collaborano con la loro energia e creatività a realizzare un angolino speciale nella propria casa. Foto della premiazione . Foto dei presepi in concorso.

 

L'Epifania.

Con l'adorazione dei Magi si chiude il periodo delle festività natalizie, questo è l'ultimo capitolo felice della vita di Gesù poi cominciano le difficoltà con le persecuzioni e con la fuga. Ma non roviniamo questo momento di contemplazione: davanti ad una mamma, ad bambino ed al loro papà tutto il mondo , anche il più potente si prostra adorante in attesa degli eventi futuri. E noi, che conosciamo che cosa avverrà , siamo davanti a quella capanna ad ammirare il sacro mistero di quella famiglia e vorremmo che in tutte le famiglie del mondo ci fosse un pò di quella serenità!

 

BUON ANNO NUOVO!

Non per desiderio di essere originale ma per esprimere il meglio di me per ognuno di voi per l'anno che se ne va e il nuovo che avanza.
"Ti benedica il Signore
e ti custodisca.
Il Signore faccia risplendere per te il suo volto
e ti faccia grazia.
Il Signore rivolga a te il suo volto
e ti conceda pace”.
Buon anno a tutti. Don Silvio Foddis.

"Nadale che vien... Nadale che va'..."

VIII rassegna di Canti Natalizi. Arborea, 30 Dicembre 2012

Coro femminile Su Veranu. Fonni

Coro maschile Palmarese. Palmas Arborea

Coro S. Cecilia. Arborea

Coro Don Bosco. Arborea

 

 

E' NATALE!

"Anche quest'anno è già Natale! Dovremo essere più buoni... "

Già! Un altro anno è passato, e si ripete il rito del Natale. Ma quanto di quello che viviamo è tradizione, quanto è solo sentimento superficiale, quanto è sentimento profondo di accettazione del mistero legato al Natale? Ripetere riti, perpetuarli nel tempo, ha poco valore se non creano un effettivo cambiamento. Siamo disponibili a vedere il mistero che c'è vicino a noi? Siamo disponibili ad accettare che un umile bambino, nato povero, trasformi la nostra vita e il mondo intero? Siamo disponibili a cambiare il nostro modo di vedere noi stessi e gli altri? (Se vuoi puoi dire ciò che pensi, inviando un messaggio)

gruppo  di bambiniAccademia dell'Immacolata 2012

Si rinnova il tradizionale evento che vede coinvolti i bambini e i ragazzi del paese in una festa di canti, suoni, colori. Una giornata particolare dedicata alla riflessione e alla gioia, alla simpatia e all'amicizia. Durante tutta la serata sono stati inviati tanti messaggi: semplici e chiari! Vorrei rivolgere un invito a chi ha partecipato: rifletteree meditare su quanto visto e ascoltato, osservando i più piccoli e ascoltandoli si può fare qualche cosa per migliorare un pò noi stessi e il mondo che ci circonda. ( Se vuoi dire la tua, puoi mandare un messaggio, sarà pubblicato)

 

Concerto"Associazione Corale Luigi Canepa" Arborea, 7 dicembre 2012

Musiche di Bach, Mozart

Margherita Massidda - Soprano
Valentina Satta - Mezzo Soprano
Matteo Desole - Tenore
Paolo Corona - Basso

Coro ed Orchestra dell'Associazione "Luigi Canepa", Sassari

Direttore - Luca Sirigu

Per saperne di più...

 

Avvento, tempo di preparazione e di attesa.

Per tutti i cristiani si prepara un tempo di attesa e di riscoperta del proprio essere . Davanti a noi si presenta un umile bambino, indifeso, bisognoso di tutto , e siamo chiamati personalmente a "Preparare la via del Signore". Con le nostre mani, con il nostro cuore e la nostra mente siamo chiamati a preparare il mondo alla venuta di Gesù! C'è ancora molto da fare, e se ci guardiamo intorno sembra un compito troppo difficile, impossibile da realizzare, ma se ciascuno compirà dei cambiamenti nella propria vita, piano, piano anche il mondo migliorerà!


 

Chi siamo | Mappa del sito | Privacy Policy |Contattaci | ©2003 ssredentorearborea